Data l'importanza dei contenuti, il fattore sicurezza delle banche on line è l'elemento più importante di tutta l'infrastruttura. Connessioni sicure e codici cifrati mantengono al sicuro i vostri soldi

Gli standard di sicurezza offerti dalle banche per i servizi via internet sono elevati e per certi versi si potrebbero definire anche migliori rispetto alla scelta alternativa di muoversi per la città con molti contanti nel portafoglio.

Allo stesso tempo è però indispensabile la partecipazione attiva del correntista per vigilare sul rispetto della correttezza delle operazioni svolte e sul mantenimento di elevati livelli di sicurezza.

La scelta di una password difficile da intuire e la sua conservazione in un luogo non raggiungibile da estranei evita di correre il rischio di lasciarsi carpire la chiave d'accesso al proprio conto corrente: un suggerimento ovvio per molti, ma non per coloro che sono soliti tenere il numero di pin nel portafoglio proprio accanto al bancomat.

Ugualmente saggio è l'evitare di salvare la password sul computer che, anche nei casi in cui sia personale, potrebbe pur sempre essere rubato.

Le chiavi d'accesso possono, inoltre, essere sottratte con metodi più sofisticati ed in particolare con il phishing, il furto d'identità elettronica.

Per proteggersi quando si naviga su internet è doveroso essere sempre molto attenti, dal momento che i metodi escogitati dai truffatori si innovano di continuo.

Ancora diffusa è, ad esempio, la pratica di inviare via mail richieste di inserimento di codici segreti per accedere al conto on line in form che sembrano molto simili a quelli della propria banca, ma che in realtà sono soltanto delle imitazioni.

In caso si ricevano tali richieste tramite posta elettronica è quindi necessario essere diffidenti e non procedere in alcun caso all'inserimento di codici, pin e password che nessun banca è solita chiedere ai propri correntisti trattandosi di informazioni assolutamente personali.